Come dire di no alle richieste di altre persone

Come dire di no alle richieste di altre persone
Sei il tipo di persona che non può rifiutare una richiesta di aiuto? Sei bloccato in un modo di dire "sì, sì, sì" ad ogni piccola domanda? Scopri come puoi cambiare le cose e dire "no" quando è necessario e "sì" quando puoi.

Va bene aiutare gli altri. In effetti, è incoraggiato. Supportare i nostri simili è un segno di coraggio e pace interiore. Tuttavia, quando stai lottando per terminare le tue attività quotidiane, figuriamoci per gli altri, qualcosa deve dare.

Dire di no alle richieste di altre persone non deve essere traumatico o problematico. Non deve darti farfalle ansiose e non deve rovinare la tua giornata.

Scopri come puoi dire "no" con fiducia alle richieste di altre persone con questi semplici suggerimenti.


# 1. Avere un elenco di cose da fare

Potrebbe sembrare una strana raccomandazione da fare, ma la verità è che dire di no è molto più facile quando puoi giustificare le tue ragioni per rifiutare una richiesta.

Il modo più semplice per ottenere una giustificazione è dimostrare che sei troppo occupato per dare una mano, questa volta. Puoi iniziare scrivendo tutto ciò che devi fare quel giorno e poi espandendolo alla prossima settimana o mese.

Dopo avere un elenco completo di cose da fare, organizzalo in termini dal più importante al meno importante. Questo ti aiuterà a chiarire tutto (rendendoti così più organizzato) e sarà anche utile avere a disposizione quando qualcuno insiste che la sua richiesta è più importante della tua.


# 2. Non oggi, James

uomini d'affari camminando e parlando

Successivamente, se un collega o un familiare ti chiede di aiutarli con qualcosa ma non riesci a trovare un vuoto di riserva da dare una mano, vale la pena dire loro che è così. Un buon modo per farlo è dicendo:

"Oggi sono a posto, devo fare x poi y e forse anche z. Ma sembra che posso dare una mano martedì prossimo se non è troppo tardi? "


Offrendo loro un'alternativa, non stai dicendo che non lo fai volere per aiutare, stai semplicemente attirando la loro attenzione sul fatto che sei troppo occupato per aiutare in questo preciso momento. Questo rende molto più facile la verbalizzazione in quanto non sei scortese dicendo semplicemente di no, e rende più facile per loro accettare.

# 3. Scambia, non lasciarlo cadere

Nonostante ciò che altri potrebbero desiderare, è importante rendersi conto che non è necessario abbandonare tutto ciò che si sta facendo per aiutarli. Una buona strategia per aggirare il problema è scambiare i tuoi compiti piuttosto che ignorarli completamente.

Ad esempio, se hai intenzione di lasciare alcune lettere ma qualcuno vuole che ti aiuti con una presentazione, puoi offrirti di guardare la sua presentazione se può lasciare le lettere per te. In questo modo, non rimani indietro con il tuo lavoro e li stai ancora aiutando con la loro richiesta.

Altrimenti, puoi verificare che domani sia giusto spedire le lettere e aiutare il tuo collega oggi. È più facile scambiarlo piuttosto che lasciarlo cadere e in questo modo non sconvolgi nessuno o fai soffrire il tuo lavoro.

# 4. Estrai la gerarchia

Ora, supponiamo che tu abbia una persona particolarmente invadente che ti chiede di aiutarla in uno dei suoi compiti. La loro logica è che ciò che stanno facendo è molto più importante di quello che stai facendo, quindi dovresti fermarti e aiutarli. Subito.

Qui è dove la tua lista di cose da fare è utile. Spero che ti avvicini così tanto da poterlo estrarre e offrirlo per la sua lettura. Puoi attirare la loro attenzione sulle prime cinque attività, che sono necessarie per il giorno seguente, o su un'attività generale che è fondamentale per l'azienda o la famiglia.

In molti casi, il bullo del tuo compito tornerà indietro a questo punto. Tuttavia, ogni tanto a qualcuno ancora non importa. In questo caso, ed è all'interno di un ambiente di lavoro, chiedi loro di occuparsene con il tuo supervisore.

Se il tuo supervisore ritiene che il suo compito sia più importante del tuo, lo scambierai. Non arretrare e concedere alle loro richieste semplicemente perché sono testardi.

# 5. Non dire di no

uomini d'affari a piedi

Un buon modo per dire a qualcuno che non puoi aiutarli è non dire "no". Uno studio di ricerca ha indicato che, tra tutte le parole disponibili in lingua inglese, "no" è quello a cui è più probabile che si risponda negativamente. "No" incoraggia sentimenti di rabbia, stress e ansia. Quindi, per mantenere la comunicazione senza stress, non usare la parola "n".

Di 'loro che ti piacerebbe aiutare, che puoi capire il loro problema e che sei in grado di dare una mano. Ma ci sono cose che devi fare prima. Oppure, non puoi aiutarli fino a domani o alla prossima settimana. Fai loro sapere a cosa stai lavorando e offri di scambiare attività.

Sii educato, calmo e comprensivo.Se vengono da te per chiedere aiuto, probabilmente saranno già abbastanza ansiosi e stressati. L'aggiunta al loro stress danneggerà solo il tuo rapporto con loro. E forse non si rendono conto di quanto tu sia occupato?

La mia affermazione standard è: "Certo, mi piacerebbe dare una mano. Devo solo fare x allora y oggi, ma forse posso darti una mano domani mattina? ”

In questo modo stai attirando l'attenzione sul fatto che li stai aiutando, piuttosto che semplicemente accettare uno dei loro compiti. Inoltre non stai dicendo "no".

# 6. "Capisco"

A volte ci saranno situazioni che, anche se volessi dire di sì alla richiesta di qualcuno, non saresti in grado di farlo. Supponiamo, ad esempio, che un cliente desideri che ti consegni un pacco entro un'ora successiva, ma le strade per la sua attività sono completamente allagate. O tuo fratello vuole che derubi una banca per lui perché non può affittare un mese.

Queste sono situazioni che sono completamente al di fuori del tuo controllo e che non sei in grado di accettare. Ma ciò non significa che devi essere scortese a riguardo. Spesso, le persone sanno che stanno chiedendo richieste irragionevoli anche mentre lo stanno facendo. Ma a loro non importa: vogliono un miracolo.

Quindi cerca di capire da dove vengono e poi digli che capisci. Per esempio:

"Mi dispiace davvero, signore / a, ma al momento le strade sono allagate. Ci piacerebbe portarti il ​​rossetto in tempo per la cena di stasera e so quanto sia importante per te. Se le strade si schiariscono in tempo perché i nostri corrieri se ne vadano li spediremo assolutamente direttamente a te. Ma al momento, metteremmo in pericolo i nostri autisti se provassero a consegnare il tuo articolo ".

"Fratello, capisco che sei a corto di soldi questo mese e questo deve davvero fare schifo. Ma sarà peggio se resteremo bloccati in prigione perché siamo stati sorpresi a rapinare una banca. Allora chi pagherà le bollette? ”

Comprendere, identificare i loro problemi e relazionarsi con essi. Quindi spiega delicatamente perché non possono avere la loro richiesta.

# 7. Quando la spinta arriva a spingere

Donne in un bar che non vogliono essere molestate

E per quei veri bulli che non si prendono il no per una risposta ... beh, è ​​tempo di mettere in evidenza la parola "n".

Certo, vedrai un piccolo naso che si allarga. Un po 'sbuffando. E forse anche un po 'di arrossamento delle guance. Ma non lasciarti spaventare o turbare. Questa è solo la loro istintiva reazione a quella parola pericolosa "no". Ma è molto probabile che non lo sentano molto, quindi se lo metti fuori saranno un po 'sbalorditi per un po'.

Ma i bulli sono bulli e ogni tanto qualcuno deve essere abbastanza coraggioso da resistere a loro. Non è necessario impazzire e iniziare a elencare i loro difetti in ordine alfabetico, ma è necessario mantenere la posizione e rifiutarsi di soddisfare le loro richieste.

Preparati a minacce, abusi verbali e imprecazioni. Saranno pazzi - ricorda che questo non succede molto. Ma se mantieni la tua posizione, rimani libero e educato, il loro rispetto per te crescerà.

Ehi, anche il tuo rispetto per te crescerà.

Quindi quando arriva la spinta, dì loro "no".

# 8. Come non dire "no"

E infine, ora che sai cosa fare, diamo un'occhiata a quello che fai non dovrebbe fare e dire.

  1. “Pfft. Nessuna possibilità. Oggi partirò alle 17 in punto. "
  2. "Non interessato."
  3. "No. Proprio no. "
  4. "Quindi sei occupato? Sì, beh lo siamo tutti. Prendi un numero e mettiti in fila. "
  5. "Non ti faccio rapporto. Chiedi a qualcun altro."
  6. "Tesoro, ho cose migliori da fare che aiutarti con i compiti / i compiti / la manutenzione dell'auto."
  7. "Non voglio."
  8. "Non mi piace molto fare x. Scusate."

Inoltre, non dovresti perdere la calma o essere sprezzante. Dai loro tutta la tua attenzione e mantieni la calma, il controllo e la testa di livello.

Un buon mantra che ripeto a me stesso quando le persone intorno a me stanno andando a gattonare è "Anche questo passerà" perché mi ricorda che non importa quanto siano frenetiche le cose in questo momento, non sarà così per sempre. Secondo per secondo, minuto per minuto, le cose migliorano e cambiano.

Quindi non consentire una o più richieste per far deragliare la tua positività e ottimismo.

Come imparare a dire di no e riprendere in mano la propria vita (Marzo 2021)


Tag: come dire no consigli di vita consigli di vita reale

Articoli Correlati