Le malattie sessualmente trasmissibili più comuni

Le malattie sessualmente trasmissibili più comuni
È davvero importante rimanere in linea con la propria salute ed essere ben informati sui possibili problemi di salute che possono verificarsi. Vi presentiamo il corso intensivo del Dr. Hadley nelle malattie sessualmente trasmissibili più comuni, cause, sintomi, manifestazione e trattamento.

Come tutti sapete, STD è un'abbreviazione per il termine malattia sessualmente trasmissibile. Ciò significa che queste malattie sono più comunemente trasmesse attraverso i rapporti sessuali (non necessariamente attraverso la penetrazione ma da altre attività sessuali che non includono anche la penetrazione).

Quando sentono le malattie sessualmente trasmissibili, la maggior parte delle persone pensa all'HIV. Il che è ovviamente corretto, l'AIDS è uno degli STD più serrati là fuori, ma sicuramente non è l'unico. Ecco i più comuni:

1. Condylomata Accuminata

Queste sono le verruche genitali causate dal Papilloma Virus Umano. I tipi più comuni sono 6, 11, 16, 18, 31 o una combinazione di questi. Possono apparire sulla vulva, sulla vagina, sull'ano, sulla cervice o sul pene e sull'area anale negli uomini. Possono apparire come piccole escrescenze simili a Warth, ma di solito si diffondono per formare escrescenze di cavolfiori peduncolate a base stretta. Quindi, possono apparire in un piccolo gruppo o in molti gruppi di dimensioni variabili.


Ovviamente sono trasmessi sessualmente, ma il livello di infezione è in effetti moderato. L'infettività in realtà si moltiplica abbondantemente quando la risposta immunitaria viene ridotta - in pazienti con HIV, donne in gravidanza, fumatori o in caso di malnutrizione. Il periodo di incubazione dura da 2/3 settimane a 7-9 mesi dopo l'esposizione, ma in alcuni casi può essere anche più lungo.

La cosa più importante è farli controllare e mettere sotto controllo con un trattamento adeguato secondo i consigli del medico, perché c'è la possibilità che possano svilupparsi in un cancro. Questa possibilità è aumentata nelle persone con verruche atipiche e persistenti, nel qual caso una macchia PAP e una colposcopia / biopsia non sono solo raccomandate ma necessarie!

2. Vaginite da Trichomonas

test di ginecologia femminile


Questo è un STD causato da Trichomonas - un protozoo monocellulare a forma di pera, leggermente più grande dei globuli bianchi, estremamente mobile. Anche se è considerato un STD, può anche essere trasmesso attraverso i sedili del water, i panni per lavare, le attrezzature per la doccia o persino da un bagno.

Di solito NON è sintomatico negli uomini, ma POSSONO essere un trasmettitore e di solito lo trasmettono ai loro partner. La cosa interessante è che è anche asintomatico nel 50% delle donne colpite. Per l'altro 50% i sintomi includono: edema vulvare e vaginale grave, escoriazione, prurito o bruciore, secrezione giallo-verdastra sottile e maleodorante e schiumosa, macchie rosse sulla cervice e mucosa vaginale (in genere chiamate chiazze di fragola).

Trichomonas preferisce un pH superiore a quello di una vagina normale e pertanto può moltiplicarsi più rapidamente durante o immediatamente dopo le mestruazioni o la gravidanza


La gestione e il trattamento sono molto importanti perché i trichomonas possono trasportare batteri nelle provette e causare PID o altri problemi di salute. Ci sono molte creme vaginali che possono essere utilizzate su consiglio del medico e ci sono farmaci non solo per la persona interessata ma anche per i loro partner. Non è consigliabile trattarlo durante il primo trimestre di gravidanza, ma dopo, o prima, dovresti assolutamente consultare il tuo medico e gestire il problema.

3. Clamidia

Questo è lo STD più diffuso. La clamidia è in realtà un parassita intracellulare gram-negativo che è più piccolo dei batteri e più grande dei virus. È responsabile di molte malattie, tra cui: PID, uretrite niappaccale (e postgonococcica), congiuntivite cronica (che può causare cecità), Chlamydiae blenorrea (generalmente contratta dal feto attraverso il passaggio attraverso un canale del parto infetto). Inoltre, la clamidia è associata a infertilità, nati morti e spreco fetale, infezioni neonatali, displasia cervicale e molte altre condizioni.

Può essere asintomatico ma i sintomi più comuni sono: secrezione vaginale maleodorante mucopurulenta drenante dalla cervice, eritema, edema, cervicite, sanguinamento, uretrite ecc.

Ciò che è veramente importante è sapere che gli swap di cotone sono assolutamente TOSSICI per la clamidia: usa sempre quelli sintetici per scambiare l'area. Per ulteriori trattamenti consultare il proprio medico e seguire i suoi consigli, considerando molte cose che possono andare storte in questa condizione.

4. Herpes Virus Simplex

Esistono 2 tipi di virus dell'herpes con anticorpi a reazione crociata: tipo I e tipo II. Il tipo I è quasi sempre non genitale, è orale. Il tipo II è quasi sempre GENITALE. L'infezione primaria si verifica in genere dopo la pubertà negli anni in cui sei sessualmente attivo. Si manifesta come un'eruzione vescicolare della pelle e delle mucose causata dal virus dell'herpes.

La ricorrenza del virus dell'herpes può essere scatenata da malattie, stress emotivo, luce solare intensa, irritazione genitale, mestruazioni, cattiva alimentazione. Negli episodi ricorrenti le lesioni tendono ad essere meno numerose e più piccole mentre di solito sono più grandi e coprono un'area più ampia negli episodi primari.

Il periodo di incubazione è in media di 6 giorni, ma può durare da 2 a 20 giorni.Il trattamento e la gestione dipendono in gran parte dal fatto che tu sia incinta, sessualmente attiva e che si tratti di un primario o di una ricorrente, motivo per cui dovrai consultare il tuo medico per ottenere i giusti consigli, test e farmaci.

5. Gonorrea

giovane ginecologo presso la clinica

Il gonococco può influenzare la congiuntiva degli occhi, l'uretra maschile, il tratto riproduttivo femminile e il retto. La cosa interessante è che un'infezione precedente conferisce anticorpi ma NON garantisce l'immunità.

È spesso asintomatico ma alcuni dei sintomi possono essere: frequenza urinaria, leggera sensazione di bruciore durante la minzione, formazione di pus nei tubi, scarico di pus dall'uretra ecc. I sintomi più comuni sono febbre, nausea, dolore addominale, tenerezza ecc.

L'inizio è da 3 a 7 giorni dopo la prima mestruazione successiva all'esposizione.

Per quanto riguarda il trattamento, ancora una volta, consultare il proprio medico è fondamentale per ottenere quello giusto, visto che la gestione di questa condizione differisce per le pazienti in gravidanza e non in gravidanza.

6. Pediculosi pubica

Comunemente noto come granchi. Questa è un'infestazione della vulva causata da pidocchio di granchio, Phthirus pubis o sue lendini. Può essere contratto attraverso il contatto con una persona infetta o attraverso oggetti come vestiti, asciugamani, lenzuola ecc.

Molto probabilmente il paziente noterà pidocchi o lendini sui peli del corpo (anche se può passare inosservato). In genere sono i peli pubici che saranno colpiti, ma in alcuni casi possono anche essere trovati nei peli dello stomaco, sulle cosce e persino sulle ciglia o sulle sopracciglia.

Il trattamento è in qualche modo simile al trattamento per i pidocchi ma, ancora una volta, è fondamentale seguire il consiglio del medico.

7. Sifilide

Questo è un STD acuto e cronico. È altamente contagioso e dal momento in cui le lesioni sono presenti è probabile che accada qualcuno infetto.

L'incubazione per lo stadio primario è di 10-90 giorni (media su 21). Le lesioni in questa fase, singole o multiple, sono così lievi che spesso passano inosservate. Fondamentalmente ciò che accade è che l'ulcera che si forma è superficiale e indolore. Quindi, se non trattati, segni e sintomi si risolvono spontaneamente in 3-5 settimane.

Ma l'infezione è ancora presente ed è tutt'altro che finita - arriva la fase secondaria. L'incubazione per la fase secondaria è di 17 giorni a 6 mesi dopo il contatto. I sintomi tipici sono un'eruzione indolore in qualsiasi parte del corpo, febbre, letargia, mal di testa, perdita di peso, anoressia ecc. Se non trattati, segni e sintomi si risolvono spontaneamente in 2-8 settimane (media su 4 settimane).

Dopo che le lesioni secondarie sono scomparse, inizia lo stadio latente. L'infezione è latente nel corpo. Ma si manifesterà diversi anni dopo come degenerazione multiorgano.

Quindi vedi che questo non ha nulla di cui scherzare. Una volta che sei infetto, anche se ci sono trattamenti disponibili, è molto probabile che rimarrai positivo per tutta la vita. Ecco perché catturarlo in tempo è molto importante: fare il check-out su base regolare, prendersi cura di se stessi e prendersi cura di rimanere protetti è la chiave, non solo per fermare la sifilide, ma tutto quanto sopra!

Malattie Sessualmente Trasmesse - Malattie Veneree (Marzo 2021)


Tag: consigli di salute intima nsfg

Articoli Correlati